Spero di riuscire a mettere in pratica su me stesso quello che vi dirò. Visto che il cuore si pronuncia… mentre l’intelletto rinuncia…:

“Coloro che vivono in solitudine non devono abbandonarsi allo sconforto e soprattutto non devono lasciarsi affliggere dalle parole del demonio: ‘Stai soltanto perdendo tempo!’, ‘ Di te, non importa niente a nessuno!’.

Non dobbiamo incolpare altri del nostro stato di solitudine!

“Esseri ‘non benedetti’ sono coloro che trascorrono la loro esistenza ripetendosi: ‘Non mi si è ancora presentata l’occasione!’

“Giorno dopo giorno essi sprofonderanno nel pozzo delle proprie costrizioni, finché arriverà il momento nel quale si accorgeranno di non possedere più le forze per risalire e per offrirsi alla luce che brilla lassù.

“Esseri ‘benedetti’ sono, invece, coloro che dicono: ‘Io non ho il coraggio di farmi avanti.’

“Giacché essi comprendono che nessuna colpa può venir attribuita ad altri, prima o poi troveranno la fede necessaria per affrontare la solitudine e i suoi misteri.

“Per coloro che non temono la solitudine disvelatrice di misteri, ogni frammento dell’esistenza avrà un sapore diverso.

“Nella solitudine, essi scopriranno una crescita!

“Nella solitudine, essi scopriranno l’amore.

“Quando parliamo con altri, Nostro Signore ci ascolta: ma ci ascolta anche quando restiamo in silenzio e immobili.

“In quei momenti la Sua luce illumina tutto ciò che ci circonda, rivelandoci quanto siamo importanti per Lui. E quanto sia importante la nostra presenza sulla terra per la riuscita della Sua opera, per il raggiungimento del nostro equilibrio personale.

“E, quando si conquista la propria armonia, la ricompensa supera ogni aspettativa.

“Pensiamo ai Monaci eremiti, in essi la solitudine porta a conoscere ed esaltare se stessi, infatti avere molte cose da fare può distrarre.

“L’eremita ha dentro di se l’Acheronte, il fiume dell’inferno, non per masochismo ma per creare la condizione ideale in cui avviene la fioritura della grandezza.

“La solitudine porta, a volte, dolore ma non tristezza… porta la vita ad essere un rendimento di grazia… porta pace…

“Signore mia giustizia, in pace mi corico e subito mi addormento.

Dobbiamo accettare la solitudine come una benedizione!

“Se l’Amore è una condizione Divina, la solitudine è una prerogativa umana. Ed entrambe convivono senza alcun conflitto nelle persone che hanno compreso il miracolo della vita.”

 


1 Commento

Lascia un Commento