Avevo passato diverse ore della notte a rimuginare sul senso dei dieci segreti di Medjugorje. La Madonna, in varie occasioni e secondo la testimonianza dei veggenti, aveva invitato a non farne parola.

Non si dovrebbe dunque insistere su quest’argomento: una volta recepito il senso, il mistero dei segreti è il messaggio stesso. Tutto si dovrà compiere entro la generazione dei sei ragazzi veggenti i quali, oggi, hanno intorno ai quarantacinque anni. Il tempo si sta accorciando. Infatti, secondo una testimonianza del 1985, Mirjana intervistata così rispondeva:

D: quando si realizzeranno i segreti?

R.: nell’arco della nostra generazione.

D.: Allora entro il secolo?

R.: Non lo posso dire, ma tutto si avvicina, pregare per gli atei, non sanno quello che li aspetta. Alla fine delle apparizioni la Madonna lascerà un segno molto bello. Gli altri segreti sono molto gravi, ma se pregheremo e ci convertiremo, qualcosa potrà essere evitato. Il 7° segreto è stato attenuato, non cancellato; il 10° si compirà comunque.

D.: Non ti spaventa il fatto che devono accadere queste cose?

R.: Quando ci penso piango moltissimo. Padre Peter e io abbiamo appena finito di piangere cinque minuti fa nel colloquio. Mai come ora il mondo e la chiesa hanno vissuto una tale crisi a tutti i livelli. Ma sono tempi anche belli perché mai la Madonna è stata così vicina a noi. Ma sono pochi a convertirsi e a salvarsi. Anche Vicka, nell’ultima apparizione in casa, ha avuto un dialogo molto intenso con Maria, che, a quanto sembra, le diceva cose molto serie.

D.: Hai già scelto il sacerdote cui rivelerai i segreti dieci giorni prima (e non tre)?

R.: è Padre Peter. «La Madonna mi ha consegnato un foglio speciale su cui sono scritti i dieci segreti. Il foglio è di una materia che non si può descrivere: sembra carta, ma non è carta; sembra stoffa, ma non è stoffa. È visibile, si può toccare, ma la scrittura non si vede. Il sacerdote cui dovrò consegnare il foglio, avrà la grazia di leggere soltanto il primo segreto, non gli altri. Il foglio proviene dal cielo. Mio cognato, ingegnere in Svizzera, ha esaminato il foglio, affermando che la materia di cui e fatto non si trova sulla terra. Un foglio simile l’ha ricevuto anche Ivanka.

Sono seguite numerose altre interviste e approfondimenti; le risposte di Mirjana sono state sempre le stesse e possono essere riassunte per punti:

• Prima del segno visibile che sarà dato all’umanità, vi saranno tre avvertimenti al mondo. Gli avvertimenti saranno accadimenti. Mirjana ne sarà testimone. Dieci giorni prima di uno di questi avvertimenti, ella informerà un sacerdote di sua scelta. Una scelta che ha già effettuato: il padre francescano Petar Ljubicié. La testimonianza di Mirjana sarà una conferma delle apparizioni ed un incitamento alla conversione del mondo. Dopo il primo avvertimento, gli altri seguiranno a breve. Gli uomini avranno così del tempo per convertirsi. Questo tempo sarà il periodo di grazia e di conversione.

• Dopo gli avvertimenti verrà il segno visibile sul luogo delle apparizioni a Medjugorje, un segno per tutta l’umanità. Il segno sarà dato come testimonianza delle apparizioni e sarà un invito alla fede.

• Sia Mirjana che Vicka affermano di conoscere la data in cui questo segno bellissimo si realizzerà. Dopo il segno visibile, coloro che resteranno in vita avranno poco tempo per la conversione. Per questo, la Vergine invita alla conversione urgente ed alla riconciliazione.

• Il nono e il decimo segreto sono di grave natura. Rappresentano il castigo per i peccati del mondo. La punizione sarà inevitabile poiché non bisogna aspettarsi la conversione del mondo intero. Il castigo può essere mitigato dalle preghiere e dalla penitenza, ma non può essere evitato. Un male che minacciava il mondo, secondo il settimo segreto, è stato molto attenuato grazie alla preghiera e ai digiuni, così racconta Mirjana. Per questo la Vergine continua ad invitare alla preghiera e al digiuno:

«Avete dimenticato che con la preghiera e il digiuno potete allontanare la guerra e sospendere le leggi naturali?».

• Secondo Mirjana siamo prossimi agli avvenimenti predetti dalla Vergine. In nome di questo, Mirjana dice all’umanità: convertitevi quanto prima, aprite i vostri cuori a Dio.

Sono giunto alla conclusione che l’intenzione non è quella di impaurirci: i fedeli sanno di essere nelle mani del Signore e sono pronti ad affrontare il Suo giudizio. Il senso giusto, visto il poco tempo rimasto, è quello di aumentare il nostro impegno intensificando le preghiere ed i digiuni: dovremo dedicarci a Dio senza sosta aiutando gli altri a convertirsi, poi spronare la nostra fede ed incoraggiare quella degli altri. Trasmetteremo il messaggio sperando che sia raccolto da quante più persone possibile. Mentre il senso del «bellissimo segno visibile e permanente» così definito da Mirjana, quando sarà capito, sarà dimostrazione tangibile delle’esistenza di Dio. Per i non credenti sarà una sonora punizione ed il punto di non-ritorno della loro anima; per i credenti l’avverarsi delle Sacre Scritture:

«Perché hai veduto, hai creduto, beati quelli che pur non avendo visto crederanno.»

(Articolo di Maurizio Marrani)

Ti è piaciuto questo articolo?
Ora puoi decidere di condividerlo, inviarlo per e-mail o stamparlo!


3 Commenti

Lascia un Commento